Progettare attività

Progettare significa essere capaci di dare un senso alle varie occasioni e ai vari interventi educativi, sulla base di precise scelte operative, che siano congruenti con una precisa consapevolezza cioè i nostri progetti.
Il tutto con riferimento alle teorie del socio-costruttivismo per quanto riguarda lo sviluppo cognitivo e sociale, della pedagogia relazionale per ciò che concerne il progetto delle attività, le modalità di relazione in piccoli gruppi e il ruolo di osservatore-documentatore dell’educatrice.

Imparare attraverso i sensi

Tutti i bambini nascono con capacità genetiche che gli permettono di esplorare e interpretare, attraverso i sensi, la realtà. Vista, udito, gusto, tatto e olfatto sono tutti coinvolti e coprotagonisti nella costruzione della conoscenza.

L’ambiente ideale per l’elaborazione di tali conoscenze non deve rendere opache e sorde le percezioni, al contrario deve essere in grado di stimolare, raffinare e alimentare le percezioni di: luce (giochi di luce, ombre cinesi, lavagne luminose, diapositive, spazi bui) e colore, materiali, suoni (Ritmia®), relazioni, odori…

Documentare un percorso

Ogni attività svolta con i bambini segue un progetto che viene preparato dall’equipe del Centro. Parte importante di ogni progetto è la documentazione che lo rende visibile ai bambini che lo hanno realizzato e ai genitori.

Ecco un esempio di come abbiamo documentato il primo percorso “acquario”. Era il 2003. Oggi lo faremmo di sicuro diverso, ma è l’inizio della nostra storia, con foto d’archivio!

i bambini che hanno realizzato l’acquario sono Nicola, Annalisa, Sara, Sophie, Pietro, Nunzio e Giulia. Oggi sono alle superiori!
Un bambino, visto un acquario, ne ha parlato con la maestra che ha deciso di costruirne uno in gruppo.

Nel nostro acquario ci sono:

I bambini si dividono i compiti e  preparano acqua, pesci, plancton e alghe…
Ed ecco l’acquario
Progetti collaterali del Mulino
  1. PROGETTO ACCOGLIENZA: i mesi di ottobre e novembre sono dedicati alla formazione dei nuovi gruppi e al consolidamento delle relazioni tra bambini e insegnanti. Proporremo una serie di attività e di laboratori da provare e riprovare per far conoscere materiali, attività e laboratori ed iniziare a misurare le loro competenze.

 

  1. PROGETTO BIBLIOTECA: Attraverso i progetti “PROVACI CON UN LIBRO” e “SIAMO NATI PER LEGGERE” e “I ROSICCHIALIBRI” genitori, nonni e bambini si avvicineranno al mondo della lettura tramite la selezione di libri per bambini esposti all’entrata che aspettano solo di essere presi in prestito.

I progetti si sono ampliati con l’introduzione di nuovi reparti dedicati a:

  • Biblioteca in lingua originale o tradotti per incoraggiare/incentivare l’apprendimento della seconda lingua.
  • biblioteca per tutti i “genitori…quasi perfetti”,in ingresso (selezione di libri curata attraverso gli incontri di “caffè delle mamme Feltrinelli e all’orto botanico”)
  • “Il RosicchiaLibri”: prestito di sezione (regolamento annesso) gestito dalle insegnanti. I libri vengono scelti il venerdì e riconsegnati il lunedì mattina con l’apposito sacchetto.
  1. RITMìA®: Lucia conduce i bimbi nel mondo dei “Respirasbuffo”, un luogo incantato animato da personaggi fantastici ma soprattutto dalla musica, da respiri e silenzi e da strumenti musicali attraverso cui i bambini impareranno ad entrare in contatto con i suoni. Nel mondo dei Respirasbuffo ci sono tamburi ( djembè, tapinaze, ocean drum…), crepitacoli, cembalini, flauti, bastoni della pioggia, arpa…

 

  1. INGLESE per tutti

L’obiettivo dei percorsi è quello di far familiarizzare i bambini con la lingua inglese, in un momento in cui l’esposizione a suoni differenti di un’altra lingua e la loro discriminazione è di fondamentale importanza per l’apprendimento futuro della lingua stessa.

Il potenziamento della lingua inglese avviene attraverso incontri con la nostra english teacher Maria, che utilizza il metodo Hocus and Lotus, già conosciuto e apprezzato dai bambini negli anni precedenti. A merenda, pranzo e durante il gioco verranno poi alternati momenti dedicati all’inglese attraverso letture, canzoni e dialogo spontaneo con i bimbi.

 

  1. PROGETTO CONTINUITA’: Per rendere più agevole il passaggio dal nido alla scuola dell’infanzia abbiamo creato un progetto personalizzato, uno strumento da consegnare alla nuova scuola come una sorta di carta d’identità del bimbo. Con alcune scuole del territorio abbiamo instaurato relazioni di continuità.

 

  1. ORTO URBANO-condiviso: lo spazio Orto del giardino viene gestito da Noni, che pianterà, coltiverà e raccoglierà i proventi dell’orto, rendendo i bambini fruitori partecipi del suo progetto.

 

  1. BABY SITTER AL MULINO: Il progetto (reperimento, formazione teorica e pratica) nasce dall’idea di rispondere alle domande sempre più frequenti dei genitori, di poter usufruire di babysitter referenziate e conosciute dalla struttura. Attivato secondo le necessità
Facebook
Instagram

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.